+

Programmazione Cinema Boldini dal 19 al 28 ottobre

Dove sei: Homepage > News > Programmazione Cinema Boldini dal 19 al 28 ottobre

Da quest’anno sarà possibile acquistare i biglietti online su >>>webtic.it<<< (cliccare sul link per accedere all’acquisto per il Cinema Boldini), la platea ha sedute numerate e i posti vengono assegnati al momento dell’acquisto del biglietto.
I biglietti acquistati online avranno esclusivamente la tariffa intera o unica, mentre alla cassa del cinema sarà possibile come in precedenza avere le riduzioni esibendo le tessere richieste (Arci o badge universitario) o il documento di identità. Consigliamo, ove possibile, di effettuare l’acquisto attraverso la piattaforma e di esibire il biglietto digitale all’ingresso.

Il sistema aggiorna ad ogni acquisto la disponibilità dei posti per consentire il distanziamento degli spettatori secondo le norme in vigore. Gli spettatori dovranno tassativamente accomodarsi nei posti assegnati.
La scadenza degli abbonamenti della stagione 2019/2020 è stata prorogata al 31/12/2020. Sarà invece possibile acquistare al cinema i nuovi abbonamenti per la stagione 2020/2021  (abbonamenti interi e abbonamenti ridotti per i soci arci).

PROGRAMMAZIONE CINEMA BOLDINI DAL 13 AL 22 OTTOBRE

***********

lunedì 19 ottobre ore 21.00

v.o. sott ita – ingresso 5€

MATTHIAS & MAXIME, regia di Xavier Dolan

(Canada, 2019 – 119′)

Maxime ha un angioma sul viso che contiene in sé il disegno di una lacrima, primo indizio della sua differenza: un indizio incancellabile che gli impedisce di nascondersi. A nascondersi molto bene invece è il suo amico d’infanzia Matthias, figlio di un padre lontano che ha gli ha preparato un futuro di avvocato. La mamma di Matthias è affettuosa e (fin troppo) presente, così come la fidanzata. A turbare gli equilibri nella compagnia di amici è il filmino studentesco che Erika, la sorella di Marco, unico membro del gruppo apertamente gay, gira scegliendo per soggetti proprio Maxime e Matthias. Per il primo quella partecipazione è una scelta, per Matthias è invece la punizione per una scommessa persa. Ma il film accenderà i riflettori su entrambi, e sulla loro amicizia.

clicca qui per il trailer

***********

martedì 20 ottobre ore 21.00
sabato 24 ottobre ore 18.00
domenica 25 ottobre ore 21.00

UN DIVANO A TUNISI, regia di Manele Labidi Labbé

(Francia, 2019 – 87′)

Selma Derwich, psicanalista trentacinquenne, lascia Parigi per aprire uno studio nella periferia di Tunisi, dov’è cresciuta. Ottimista sulla missione, sdraiare sul lettino i suoi connazionali e rimetterli al mondo all’indomani della rivoluzione, Selma deve scontrarsi con la diffidenza locale, l’amministrazione indolente e un poliziotto troppo zelante che la boicotta. A Tunisi, dove la gente si confessa nelle vasche dell’hammam o sotto il casco del parrucchiere, Selma offre una terza via, un luogo protetto per prendersi cura di sé e prendere il polso della città.

clicca qui per il trailer

***********

mercoledì 21 ottobre ore 21.00

v.o. sott. ita

NOMAD – IN CAMMINO CON BRUCE CHATWIN, regia di Werner Herzog

(Gran Bretagna, 2019 – 85′)

Durante gli ultimi anni della vita di Bruce Chatwin il regista tedesco Werner Herzog ha collaborato con lo scrittore inglese ad alcuni progetti e fra i due è nata un’amicizia istintiva e profonda. In Nomad Herzog ripercorre le tracce dei pellegrinaggi che Chatwin ha compiuto alla ricerca dell’anima del mondo, attraversando continenti con l’inseparabile zaino di pelle sulle spalle: quello zaino che ora appartiene a Herzog, e che diventa il terzo protagonista del film.
Nomad ci porta con sé alla ricerca del brontosauro, in Patagonia, davanti al relitto di una nave “fitzcarraldiana” a Punta Arenas, a Silbury Hill, nell’entroterra australiano e dentro caverne preistoriche o cimiteri indigeni: “luoghi in cui i nostri percorsi si sono incrociati, o che avevamo esplorato indipendentemente l’uno dall’altro”, come ricorda il regista.

clicca qui per il trailer

***********

giovedì 22 ottobre ore 21.00

Rassegna Il Cinema Ritrovato – RESTAURO 4K

CARO DIARIO, regia di Nanni Moretti

(Italia, 1993 – 100′)

Nella prima parte di Caro diario, intitolata In vespa, siamo a Roma nel mese d’agosto. Il personaggio-protagonista girovaga, cercando quartieri e luoghi inusuali. Va al cinema e vede, oltre a un film italiano minimalista sulle sconfitte presunte della sinistra e del ’68, Henry-Pioggia di sangue. Trovandolo brutto e troppo violento, decide di fare un terzo grado a un critico, che ne ha scritto le lodi con un linguaggio pseudo-colto e incomprensibile (piccola apparizione di Carlo Mazzacurati). Dopo aver osservato delle coppie ballare il merengue, incontra Jennifer Beals. Infine visita il luogo dove è stato ucciso Pier Paolo Pasolini. Nella seconda parte, Isole, la più disimpegnata e divertente, incontra un amico che non ama la televisione. Insieme girano le isole Eolie fino a quando la tranquillità e la solitudine non fanno esplodere l’amico, che si converte a Beautiful e a Chi l’ha visto?e fugge verso il continente. La terza parte, Medici, è invece la cronistoria, con una ripresa iniziale autentica, della lunga malattia che Moretti aveva contratto. Diagnosi e medicine sbagliate, medici poco disposti ad ascoltare. Poi il paradosso finale: quella che sembrava una malattia della pelle era un tumore benigno e i sintomi erano riportati da una semplice enciclopedia medica.

clicca qui per il trailer

***********

venerdì 23 ottobre ore 21.00
sabato 24 ottobre ore 21.00
domenica 25 ottobre ore 18.00

UNA CLASSE PER RIBELLI – regia di Michel Leclerc

(Francia, 2019 – 103′)

Sofia, brillante avvocato di origine magrebina, e Paul, batterista di un gruppo anarco-punk, si trasferiscono in una casetta con giardino nella periferia parigina, a Bagnolet, col sogno di dare il meglio a loro figlio Corentin: una scuola pubblica, democratica e multiculturale. Quando, però, gli altri genitori cominciano a spostare i figli in un istituto privato, isolando sempre più il loro piccolo, la scelta di Sofia e Paul diventa una difficile scelta di resistenza, e tutto e tutti sembrano allearsi per metterla sempre più in crisi.

clicca qui per il trailer

***********

lunedì 26 ottobre ore 21.00

LITTLE JOE – regia di Jessica Hausner

(Austria/UK/Germania, 2019 – 100′)

Alice lavora in un laboratorio botanico dove si progettano nuove specie di vita vegetale. Con alcuni colleghi ha creato un nuovo fiore bellissimo alla vista e dalle notevoli qualità terapeutiche: se conservata infatti in un’atmosfera confortevole e trattato con affetto, è in grado di migliorare la vita di chi lo possiede. Preoccupata per il suo rapporto con il figlio adolescente Joe, Alice porta a casa uno dei fiori e gli dà il nome di Little Joe. Poco alla volta l’umore del ragazzino muta in maniera inquietante, e così quello dei colleghi di Alice, che si convince sempre più che Little Joe sia in grado di manipolare la mente umana.

clicca qui per il trailer

***********

martedì 27 ottobre ore 21.00

v.o sott. ita

#UNFIT – LA PSICOLOGIA DI DONALD TRUMP – regia di Dan Partland

Può un uomo dichiarato ‘narcisista maligno’ da esperti psicologi guidare il paese più potente del mondo? È questo l’interrogativo alla base del documentario #UNFIT: The Psychology of Donald Trump, diretto da Dan Partland (produttore di A Perfect CandidateWelcome to the Dollhouse).
Presentato nella sezione Contemporary Lives del Biografilm Festival, il film di Partland ricostruisce, attraverso le testimonianze di esperti in psicologia, studiosi di storia politica ed ex collaboratori di Donald J. Trump, un quadro completo della strategia e del comportamento dell’attuale presidente degli Stati Uniti a partire dal momento della sua elezione.

clicca qui per il trailer

***********

mercoledì 28 ottobre ore 21.00

v.o. sott. ita

L’UOMO DELFINO – regia di Lefteris Charitos

(Grecia/Francia/Canada/Giappone, 2017 – 78′)

Nato a Shanghai nel 1927 da padre architetto francese, il primatista di immersione in apnea Jacques Mayol, giramondo, tuttofare, seduttore, studioso di comportamento dei mammiferi marini e curioso di spiritualità zen, ha tutte le caratteristiche per essere l’oggetto di una monografia per immagini. E il suo nome infatti ha conosciuto un picco di popolarità con Le grand bleu, il film di Luc Besson campione di incassi al box office francese. Presentato a Cannes nel 1988 e uscito in Italia nel 2002 solo dopo un lungo contenzioso tra la produzione ed Enzo Majorca, che contestò la rappresentazione che il film dava di lui, nel personaggio di Enzo Molinari; ma anche Mayol, che collaborò alla sceneggiatura, ne rimase scontento. Jean-Marc Barr, che in quel film interpretava Mayol, gli presta la voce in questo film di committenza televisiva che si mette alla ricerca di amici, colleghi e collaboratori del primatista.

clicca qui per il trailer

Immagini:

Pubblicato il: 19-10-2020