+

Programmazione Cinema Boldini da giovedì 16 a mercoledì 22 maggio

Dove sei: Homepage > News > Programmazione Cinema Boldini da giovedì 16 a mercoledì 22 maggio

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Cin-Boldini840x129.jpg

 

giovedì 16 maggio, ore 21.00

INCONTRO CON LA REGISTA

IL CORPO DELLA SPOSA, regia di Michela Occhipinti

(Drammatico - Italia, 2019 - 94')

Ambientato in un’inedita Mauritania, IL CORPO DELLA SPOSA – FLESH OUT racconta la storia di Verida (l’esordiente Verida Beitta Ahmed Deiche), una ragazza moderna che lavora in un salone di bellezza, frequenta i social network, si diverte con le amiche. Quando la famiglia sceglie per lei un futuro sposo, Verida – come molte sue coetanee – si vede costretta a prendere peso affrontando il “gavage”, per raggiungere l’ideale di bellezza e lo status sociale che la tradizione del suo Paese le impone. Mentre il matrimonio si avvicina a grandi passi, pasto dopo pasto, Verida mette in discussione tutto ciò che ha sempre dato per scontato: i suoi cari, il suo modo di vivere e – non ultimo – il suo stesso corpo.

_____________________

venerdì 17 maggio ore 21.00

sabato 18 e domenica 19, ore 18.00 - 21.00

TUTTI PAZZI A TEL AVIV, regia di Sameh Zoabi

(Lussemburgo, Francia, Belgio, Israele, 2018 - 97')

Salam è un trentenne che vive a Gerusalemme e lavora a Ramallah. È stato assunto da poco da uno zio come stagista sul set di una famosa soap opera palestinese, Tel Aviv on Fire. Ogni giorno, per raggiungere lo studio televisivo, deve passare dal rigido checkpoint israeliano, sorvegliato dalla squadra di militari del comandante Assi. Poiché la moglie di Assi è una grande fan della serie televisiva, e Salam si è spacciato per sceneggiatore, Assi esige di farsi coinvolgere personalmente nella stesura della storia. In un primo tempo, la carriera di Salam ne beneficia, al punto che viene realmente assunto per scrivere il seguito, peccato, però, che l'ufficiale israeliano e i finanziatori arabi non intendano il finale nello stesso modo.

______________________

lunedì 20 maggio, ore 21.00 - v.o. sott. ita

IL CINEMA RITROVATO AL CINEMA - RESTAURO
SIMENON AL CINEMA

MAIGRET E IL CASO SAINT FIACRE, regia di Jean Delannoy

(Francia, 1958 - 98')

ingresso 5 euro

Trasposizione cinematografica di uno dei romanzi più celebri della serie dello scrittore Georges Simenon, Maigret e il caso Saint Fiacre riproduce le pagine del ritorno del famoso commissario ai luoghi aviti, vicino a Moulins, presso il castello dove il padre faceva il fattore. Chiamato dalla contessa de Saint-Fiacre, sua amica d'infanzia, Maigret si trova di fronte a un caso particolamente complicato: un biglietto anonimo annuncia la morte, per l'indomani, della contessa. Che puntualmente, il giorno successivo, viene trovata morta. Atmosfere tra il lugubre e nostalgico e Jean Gabin ancora perfetto nel ruolo, con la sua faccia perbene anteguerra, di ruvida estrazione contadina, ormai scolpita nella memoria collettiva come Il Maigret cinematografico.

____________________

martedì 21 maggio, ore 21.00

ingresso libero

DOC in TOUR - Documentari in Emilia Romagna

STRANGE FISH, regia di Giulia Betoluzzi

(Italia, 2018 - 55')

Come ci si sente a vedere un corpo fluttuare nel mare come uno strano pesce? Attraverso le voci degli eroi anonimi di Zarzis, un villaggio di pescatori del sud della Tunisia al confine con la Libia dilaniata dalla guerra, scopriamo come questa tragedia abbia colpito una città e la sua comunità di pescatori. Un piccolo bar è il cuore pulsante del porto di Zarzis. Qui incontriamo Chamseddine Bourassine, capitano e presidente dell’Associazione dei pescatori, Salah Mcherek, capitano di una pesche- reccio e Chamseddine Marzoug, ex pescatore, ex tassista e volontario per la Mezzaluna Rossa. Ogni volta che Salah esce in mare, teme di imbattersi in qualcosa di strano, che non appartiene al mare. A Chamseddine Marzoug è toccato il lavoro più macabro: seppellire i corpi senza nome che arrivano sulle coste di Zarzis cercando senza tregua di trovare per loro un cimitero dignitoso.

NIMBLE FINGERS, regia di Parsifal Reparato

(Italia, Vietnam, 2017 - 52')

Lo stereotipo delle donne come operaie perfette per lo sfruttamento della produzione nell'industria elettronica è smontato, attraverso la vita di Bay, giovane donna migrata dagli altopiani del Nord del Vietnam che vive e lavora alla periferia di Hanoi, in uno dei siti di produzione industriale tra i più grandi al mondo. Il racconto prende forma attraverso il suo sguardo, i suoi sogni e le sue paure, descritte anche attraverso i disegni delle operaie che prendono vita nelle animazioni del film.

________________________

mercoledì 22 maggio, ore 21.00 - v.o. sott. ita

IL VENERABILE W., regia di Barbet Schroeder

(Svizzera, Francia, 2017 - 100')

ingresso 5 euro

Il venerabile W., il film diretto da Barbet Schroeder, che svela la figura e il percorso di Wirathu, maestro buddhista birmano che predica “la protezione della razza e della religione”, esortando al massacro del popolo musulmano dei Rohingya.
Il regista candidato al Premio Oscar Barbet Schroeder si chiede come una filosofia così pacifista e tollerante come il Buddhismo, da lui stesso praticata, possa provocare tali degenerazioni nell'animo umano. Attraverso un’intervista esclusiva con Wirathu, Schroeder ci porta dolorosamente a conoscenza di una situazione pressoché sconosciuta in Italia, ma che riflette in modo esponenziale i delicati equilibri internazionali e si ripercuote su ogni Paese, per quanto geograficamente lontano.

 

Immagini:

Pubblicato il: 13-05-2019