+

Rassegna 'RIUSCIRANNO I NOSTRI EROI'

i nuovi autori del cinema italiano incontrano il pubblico

Dove sei: Homepage > News > Rassegna 'RIUSCIRANNO I NOSTRI EROI'

Torna, per il settimo anno, la rassegna “Riusciranno i nostri eroi”, che coinvolge 25 sale cinematografiche della nostra regione. Promossa da Fice Emilia-Romagna la manifestazione è dedicata al meglio del cinema italiano dell’ultimo periodo, creando occasioni d’incontro tra autori, interpreti, registi e pubblico. La rassegna rientra nel più ampio progetto Cinema di qualità di AGIS Emilia-Romagna, sostenuto dalla Regione, che premia gli esercenti più attenti al prodotto d’essai, promuovendo la cinematografia italiana e una maggiore permanenza dei film in sala.

PROGRAMMA

mercoledì 8 novembre ore 21.00

CINEMA GRATTACIELO, regia di Marco Bertozzi - a seguire incontro con il regista

ingresso 5 euro

Fin dalla sua inaugurazione nel 1959 il Grattacielo di Rimini non ha lasciato indifferenti, monumento al progresso che si elevava al di sopra della vecchia Italia povera e rurale, monolite di cemento e vetro destinato ai cittadini più abbienti. Poi, gradualmente, l'euforia del boom economico è scemata. È rimasto un corpo estraneo allo scenario urbano, che echeggia debolmente un passato di interni pop e folli riunioni condominiali, miti della vacanza di massa e vizi della riviera romagnola. Tra le storie di ieri e l'umanità che lo abita oggi si muove lo sguardo curioso di questo film, che esplora le vite multiculturali dei nuovi inquilini alla ricerca di una conciliazione, che riguarda l'Italia intera, fra ciò che avremmo voluto essere e ciò che stiamo diventando.

 

 

mercoledì 22 novembre ore 21.00

LA VITA IN COMUNE, regia di Edoardo Winspeare

ingresso 5 euro

In un piccolo paese del sud Italia dimenticato da Dio, dove il malinconico sindaco Filippo Pisanelli si sente terribilmente inadeguato al proprio compito. Solo l’amore per la poesia e la passione per le sue lezioni di letteratura ai detenuti gli fanno intravedere un po’ di luce nella depressione generale. In carcere conosce Pati, un criminale di basso calibro del suo stesso paese, che con il fratello Angiolino sognava di diventare boss del Capo di Leuca. Ma l’incontro con l’arte cambia tutti, e così un’inconsueta amicizia tra i tre porterà ciascuno a compiere delle scelte coraggiose: i due ormai ex banditi subiranno una vera e propria conversione alla poesia e alla bellezza del Creato, mentre il sindaco troverà il coraggio per difendere delle idee, forse folli, ma per cui vale la pena battersi come ad esempio dichiarare il proprio amore alla bella Eufemia. La ricomparsa della foca monaca nei mari italiani sarà il segno che qualcosa è cambiato. La vita del timido Filippo è ormai capovolta e lui ci si butta dentro con un tuffo, finalmente circondato non da paure ma da un silenzio pacifico.

 

 

Immagini:

Pubblicato il: 26-10-2017